Vai a Vignole
Logo Nistri

Sabato, 28 Novembre 2020 Italiano English

Sei in: Homepage Pagina Iniziale

Storia

Print Stampa pagina

Storia
La Casa Vinicola F.lli Nistri è stata fondata nel 1865 da Francesco Nistri che diede inizio ad una attività di commercio di vini in Mezzana, un sobborgo della città di Prato. Date le sue lontane origini, l’azienda è una delle più antiche realtà nel settore vinicolo in Toscana.

L’azienda ha ancora oggi la propria sede in Prato, in uno stabilimento vicino alla prima sede statuita dal fondatore Francesco Nistri, ma già da tempo sono avviati i lavori per trasferire la propria attività nel nuovo stabilimento in fase di costruzione nel comune di Greve in Chianti, all’interno della zona di produzione del Chianti Classico e vicino alla nostra Azienda Agricola “Tenuta di Vignole”, situata a Panzano in Chianti.

Nel corso degli ultimi anni l’azienda ha subito un radicale mutamento, investendo in tecnologie e nuovi macchinari e privilegiando la produzione e l’imbottigliamento di vini di qualità. Attualmente la produzione si basa sulla selezione ed imbottigliamento dei principali vini Toscani (Chianti, Chianti Classico, Morellino di Scansano, Vernaccia di San Gimignano, Maremma Toscana Doc Rosso e Doc Vermentino, Sangiovese IGT, Vermentino IGT ed altri) oltre all’Orvieto e Orvieto Classico, vini a denominazione di origine di provenienza umbra.
L’azienda inoltre produce e imbottiglia vini liquorosi e da dessert.

La Fattoria di Vignole è situata nel cuore della zona di produzione del Chianti Classico, in prossimità dell'abitato di Panzano, ed è stata acquistata dalla famiglia Nistri nel 1970.
Con una superficie di 21 ettari, di cui 14 destinati a vigneto specializzato, i terreni dell'azienda sono situati lungo la valle del fiume Pesa, meglio conosciuta nella zona di Panzano come "La Conca d'Oro" per la superiore qualità dei vini che vi hanno origine - ad un'altitudine variabile tra i 290 ed i 320 metri e con estensione sui due versanti di un colle esposti a sud-est e sud-ovest.

Con il supporto della “Stazione Sperimentale per la Vitivinicoltura Sostenibile”, oggi l’azienda pratica un’agricoltura basata su i principi di “naturalità e sostenibilità”, per il rispetto e la qualità dell’ambiente non vengono usati prodotti chimici di sintesi: miglior qualità del territorio, miglior qualità del vino.

I vitigni utilizzati sono stati messi a dimora e coltivati nel pieno rispetto delle tradizioni del Chianti Classico e del Territorio di Panzano. L'azienda dispone di moderne cantine ricavate in parte nell'ambito del corpo della casa colonica principale (edificato nel 1500) con un reparto di vinificazione, la cosiddetta "tinaia", separato da quello di invecchiamento, costituito da una cantina scavata all'interno della collina, idoneo alla sua funzione per il ridotto sbalzo termico stagionale.

I vini prodotti sono quindi il risultato della cura e dell'attenzione nel procedimento che ha origine nel vigneto e continua nella selezione delle uve in fase di vendemmia, nell'accurata vinificazione, nell'invecchiamento in botti e barriques, il tutto nel rispetto delle tradizioni e delle caratteristiche dei vini che fanno parte della migliore enologia toscana.

Foto varie

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, clicca su "acconsento" per abilitarne l'uso.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies consulta la nostra Informativa Cookie. Acconsento